INTER…GALATTICA!

“Fino al 30 giugno dobbiamo stare calmi, ma dal primo luglio scateneremo l’inferno!” Questo era il mantra diffuso dal mondo Inter (media, opinionisti e giornalisti di fede nerazzurra, operatori di mercato anche molto stimati, ecc.). Suning comprerà anche la luna. Perfino Trump stava tremando all’idea che questi potessero comprare gli Stati Uniti d’America…

In principio, dovevano arrivare Conte o Simeone. Qualcuno si spingeva ad ipotizzare l’arrivo di entrambi: uno per le partite interne e uno per quelle esterne! Poi è arrivato Spalletti, ottimo allenatore ma di livello inferiore ai due di cui sopra. Ma è con il mercato dei calciatori che abbiamo vissuto due mondi paralleli. Si è partiti nientemeno che con Messi. Sì, proprio lui. Nel corso della trasmissione “Zona 11 Mercato” in onda su RaiSport (canali 57 e 58 DT), Pierpaolo Marino, dirigente sportivo di lungo corso che, fino a poco tempo fa, il sottoscritto stimava molto, cavalcava per un paio di mesi questa ipotesi. Spalleggiato dal conduttore Paolo Paganin, e da altri ospiti illustri, parlava di una possibilità concreta di vedere Messi all’Inter, operazione da circa 400 milioni di Euro (cartellino e ingaggio al lordo per 3-4 anni)!!! Per questi signori, Messi, il secondo o il terzo calciatore più forte di tutti i tempi, a trent’anni, quindi con pochi anni di carriera da spendere, rinunciava al palcoscenico della Champions (sul quale spadroneggia da 10 anni insieme a Cristiano Ronaldo) per andare a giocare in una squadra fuori dalle competizioni europee, che da molti anni diserta la massima competizione continentale, e che inanella risultati pietosi da più di un lustro…

Il nostro sosteneva questa tesi utopistica in quanto Suning poteva comprare chiunque e, inoltre, il sindaco di Milano Beppe Sala, tifoso interista, aveva confidato di sognare Messi all’Inter; ergo

Poi, sfumato Messi, i nomi caldi sono stati: Di Maria, Alexis Sanchez, Nainggolan, Vidal, Verratti, Manolas, Schick, Keita, ecc. Al contrario, sono arrivati: Cancelo, Dalbert, Skriniar, Borja Valero, Vecino e Karamoh! Più o meno siamo lì…

Tuttavia, da qualche giorno, molti di quelli che puntavano su acquisti roboanti, cominciano a dire che gli acquisti messi nel mirino dalla società erano quelli che poi effettivamente sono arrivati, che sono nomi non di grido ma funzionali, che questa volta si è fatto un mercato equilibrato senza pensare alle figurine, ecc. In altre parole, è tutto ok…

Comunque sia, tre Soloni del calcio come Sconcerti, Jacobelli e Padovan, oltre a tanti altri opinionisti tifosi (che, come tutti gli interisti, sono patologicamente affetti da un ottimismo eterno, ingenuo e assolutamente ingiustificato!), vedono l’Inter molto competitiva anche per lo scudetto (alcuni la vedono come l’anti Juve, altri come Padovan, che negli ultimi anni non azzecca un pronostico che sia uno, la vedono addirittura come l’anti Napoli con la Juve dietro…)!

Una domada affiora prepotente: ma questi maestri così titolati ed autorevoli hanno riflettuto sul fatto che la rosa dell’Inter contempla come difensori centrali Skriniar, Miranda e Ranocchia e come attaccanti Icardi, Eder e Pinamonti? Infatti, i bookmakers, che rischiano i propri soldi (mentre quegli altri non rischiano nemmeno la reputazione perché in Italia si rimane autorevoli a prescindere…), vedono la Juve nettamente favorita, poi il Napoli, il Milan e, finalmente in quarta posizione, l’Inter…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.