SERATE DI FESTA

 
Pallide danzano
e frenetiche
indemoniate pareti.
Corsa senza sosta
di tamburo perpetuo
irrazionale vortice la meta.

Pensieri martoriati
di forma indefinita
in perlustrazione.

Istanti ipertrofici
muoiono tra le braccia
di ricordi claudicanti.

Amaro duetto
con la nostalgia
di un’ebbrezza perduta.

Enormi paiono ora
le rughe del tempo.

 
Enfat, 04/12/2010.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.